Filtra per

Marca

Marca

Prezzo

Prezzo

  • 75,00 € - 14.185,00 €

Telescopi Rifrattori

Filtri attivi

Il telescopio rifrattore per astronomia fu inventato da Galileo Galilei a Venezia nel 1609. Tutti i rifrattori seguono gli stessi principi. Sono composti da una lente principale posta all'estremità del telescopio che converge i fotoni verso l'oculare posto all'estremità opposta. 


Rifrattore Acromatico 

Sono dei telescopi con lenti a più elementi che aiutano a correggere problemi come quello dell'aberrazione cromatica e focali troppo lunghe. 


Rifrattore Apocromatico

Hanno lenti speciali costruite con materiali a bassissima dispersione studiati per deviare i fotoni del rosso, blu e verde nello stesso punto. 

Crediti: Egmason

Lenti ED Rifrattore

ED (extra-low dispersion) sono lenti a bassa dispersione che producono immagini contrastate ed in teoria senza aberrazione cromatica.


Vantaggi Telescopio Rifrattore

È il telescopio classico per eccellenza che però negli anni è stato modernizzato con lenti acromatiche prima e poi con quelle apocromatiche. I rifrattori non hanno un ostruzione sulla lente primaria, quindi a parità di apertura, tendono ad avere immagini più contrastate e luminose. Questo vantaggio li rende anche molto indicati per osservare i pianeti nelle serate turbolenti, dove magari telescopi di grandi diametro faticano di più.

I modelli sotto i 10cm hanno dimensioni contenute che li rendono facili da trasportare e da montare. Un giovane magari non avrà problemi a muovere un tubo da 25kg, ma per chi ha problemi alla schiena i piccoli rifrattori sono una manna dal cielo. Infine, i rifrattori hanno bisogno di molta meno manutenzione. Con un riflettore spesso dovrete rifare la collimatura, mentre con un buon rifrattore il problema non sussiste. Inoltre il tubo chiuso protegge le lenti che hanno bisogno solo di una pulizia superficiale. 


Svantaggi Telescopio Rifrattore

Quando si pensa a un telescopio rifrattore il primo svantaggio che viene alla mente è sicuramente il costo. Visto che questo schema ottico utilizza lenti e non specchi, i costi di realizzazione di una buona lente sono sicuramente superiori. I rifrattori più economici poi sono affetti da cromatismo il quale può dare fastidio quando si osservano Luna o pianeti. 


Telescopio Rifrattore o Riflettore

A livello di prezzo e parità di diametro i riflettori sono molto più economici. Basti pensare che un piccolo newton da 10cm costa 150e mentre un rifrattore parte almeno dal doppio. Inoltre c'è da considerare la qualità costruttiva della lente o specchio a quel prezzo, infatti è molto più probabile che abbiate una buona immagine con un riflettore che con un rifrattore. Visto che controllare il passaggio dei fotoni all'interno del vetro, i rifrattori economici tendono spesso ad avere problemi. 

Se parliamo di qualità dell'immagine a parità di diametro e senza considerare il prezzo, allora i rifrattori vincono a mani basse. Tutti i telescopi riflettori sono dotati di ostruzione che limita la quantità di luce che possono raccogliere. I rifrattori invece non hanno questo problema, il tutto si traduce in immagini più contrastate e luminose che possono fare la differenza per chi fa osservazioni in visuale. 

Infine bisogna dire che i riflettori devono essere collimati di frequente e specialmente dopo trasferte di viaggio. Gli specchi sono spesso coperti di polvere ma questo nella maggior parte delle volte e solo un problema estetico, infatti vanno lavati solo quando avete notato un netto calo della qualità dell'immagine. Questo problema è assente nei telescopi rifrattori perchè hanno tubi chiusi che impediscono alla polvere di entrare, quindi spesso basta una spazzolata con dei pennelli per pulire la lente principale. Altro vantaggio dell'intubazione chiusa è la solidità della struttura che non richiede collimazioni frequenti. 

Montatura Altazimutale o Equatoriale

Per quanto riguarda i movimenti, con una equatoriale, potrete seguire un oggetto celeste mentre si muove spostando il telescopio in un solo asse, l'ascensione retta. Mentre con una altazimutale dovrebbe muovere entrambi gli assi. Questo non è un grosso problema quando il corpo celeste è ben posizionato alto nel cielo, ma può divertalo quando esso si trova  basso sull'orizzonte. Al contrario invece con una montatura equatoriale sarà difficile osservare all'azimut per via di dove sarà posizionato l'oculare.

Per chi fa o vuole fare astrofotografia la montatura equatoriale e' un must. Infatti le montature altazimutali su foto a lunga esposizione tendono ad avere problemi con la rotazione di campo. Anche se negli anni per via delle CCD e software utilizzati questo problema non è più evidente come lo era una volta.

Nonostante le montature equatoriali siano spesso più costoste, sono ottimi investimenti per chi vuole fare astrofotografia. Se invece si vuole soltanto osservare le stelle con grossi diametri senza spendere una fortuna allora un bel dobson sarà la scelta giusta.