Report di tutti e 110 gli oggetti del catalogo Messier.
Le note riportate non sono una minuziosa descrizione
degli oggetti osservati, al contrario, sono state fatte da me con i miei occhi da neofita nel primo anno di osservazione al telescopio.
Dunque,
questi report non hanno certo la presunzione di descrivere tutti i dettagli osservabili in questi oggetti, ma potrebbero comunque aiutare a dare un’idea di ciò che è possibile vedere con un telescopio entry level.
Ciò che non sono riuscito ad osservare io
nelle prime osservazioni, potrebbe essere solo una parte di ciò che riuscirete a vedere voi.
Tutte le osservazioni riportate sono state effettuate con un dobson 200/1200. I siti osservativi sono stati
vari. In linea di massima, tutte le osservazioni sono state fatte sotto cieli dai 21.1 ai 21.4 di sqm.
Non
sono state prese note in nottate particolarmente svantaggiose per l’osservazione ( umidità eccessiva, vento, pessimo seeing, etc).


Oculari utilizzati:
Baader classic Ortho 52° (1,25 pollici) da:

6mm(200x), TFOV 15,6’;
10mm(120x), TFOV 26’;
18mm(66x), TFOV 47’.

Explore Scientific Super plossl 70° (2pollici) da:

25mm (48x), TFOV 1,45°.

TeleVue Nagler 82° (1,25 pollici) da:

13 mm(93x), TFOV 53’.

FiltroUHC Astronomik 2”.

Le magnitudine riportate sono quelle riportate in SkySafari 5 Pro.

Le immagini del Digitized Sky Survey (DSS) sono state prese dai siti:

www.volpetta.com
https://skyview.gsfc.nasa.gov/current/cgi/titlepage.pl
Immagini del DSS prese dall’app di SkySafari 5 Pro

LEGENDA:

DS: Double Star
BR: Bright Nebula
OC: Open Cluster
GC: Globular Cluster
SR: Supernova Remnant

Di Seguito Troverete Tutti E 110 Gli Oggetti Messier Suddivisi Per Costellazione Ordinate In Ordine Alfabetico:

ANDROMEDA: M31 - M32 - M110

AQUARIUS: M2 - M72 - M73

AURIGA: M36 - M37 - M38

CANCER: M44 - M67

CANES VENATICI: M94 - M106 - M63 - M51 - M3 --M3 - M51 - M63 - M94 - M106

CANIS MAJOR: M41

CAPRICORNUS: M30

CASSIOPEIA: M52 - M103

CETUS: M77

COMA BERENICES: M53 - M64  - M85 - M88  - M91 - M98 - M99 - M100

CYGNUS: M29 - M39

DRACO: M102

GEMINI: M35

HERCULES: M13 - M92

HYDRA: M48 - M68 - M83

LEO: M65 - M66 - M95 - M96 - M105

LEPUS: M79

LYRA: M56 - M57

MONOCEROS: M50

OPHIUCHUS:  M9 - M10 - M12 - M14 - M19 - M62 - M107

ORION: M42 - M43 - M78

PEGASUS: M15

PERSEUS: M34 - M76

PISCES: M74

PUPPIS: M47 - M93 - M46

SAGITTA: M71

SAGITTARIUS: M8 - M17 - M18 - M20 - M21 - M22 - M23 - M24 - M25 - M28 - M54 - M55 - M69 - M70 - M75

SCORPIUS: M4 - M6 - M7 - M80

SCUTUM: M11 - M26

SERPENS: M5 - M16

TAURUS: M1 - M45

TRIANGULUM: M33

ORSA MAJOR: M40 - M81 - M82 - M97 - M101 - M108 - M109

VIRGO: M49 - M58 - M59 - M60 - M61 - M84 - M86 -M87 - M89 - M90 - M104

VOLPECULA: M27

Gli Oggetti Messier con i relativi report osservativi:

M1, Taurus, SR, Mag +8.4

Facile da trovare. A 48x e 120x non appaiono dettagli interni. Si riesce comunque a vedere in maniera netta la sua morfologia ovalizzata e non simmetrica. Appare come una macchia nebulosa di dimensioni generose a circa 1° da Zeta Tauri, la quale è visibile ad occhio nudo. Con filtro UHC si notano dei chiaro-scuri al suo interno ma nessuna nervatura interna.

M2, Aquarius, GC, Mag +6,5

Ben visibile al cercatore 8x50. Si trova al vertice di un triangolo scaleno con Sadalmelik e Sadalsuud, ma più decentrato verso la seconda. Questo GC è uno tra i più belli mai visti. A 66x appare di buone dimensioni e molto concentrato, con una stellina luminosa ad Est e due stelline allineate e tangenti l'alone a SE, A 190x l'alone è risolto e ricco di stelle, difficili da quantificare. Nucleo denso, tondeggiante, molto luminoso con stelle più luminose risolte in corrispondenza dello stesso.

M3, Canes Venatici, GC, Mag +6,19

Ben visibile al cercatore come un bozzolo luminoso a metà strada tra Alfa Boote ed Alfa CVn, leggermente più ad ovest della congiungente. Dimensioni molto generose, globulare massiccio e molto luminoso. A 48x si riescono a risolvere poche stelle nell'alone. Migliore visione a 66x e 120x dove si riescono a risolvere una infinità di stelle ,in diretta e distolta, fino al centro. A 200x si risolvono più stelle ma , a questi ingrandimenti, l'intera visione perde luminosità.

M4, Scorpius, GC, Mag +5,6

Puntando Alfa Scorpii, M4 è già ben visibile al cercatore. Tra i più spettacolari globulari del catalogo di Messier, ma non rivaleggia con M13 o M5. Dimensioni generose già a 48x. A 66x si risolvono anche le stelle interne. A 120x e 200x, si risolvono molte stelle dell'alone. A 120x è la visione che preferisco, luminoso, ampio e molte stelle risolte In particolare si nota una "linea " di stelle luminose orietata NS che attraversa il globulare e divide il nucleo in due.

M5, Serpens, GC, Mag +5,65

Ogni oggetto che il catalogo Messier ci propone è spettacolare, ma questo è di sicuro nella TOP 10. Questo globulare si mostra palesemente al cercatore come un bozzolo molto luminoso. A 48x mostra già qualche stellina risolta nell'alone con un nucleo molto compatto, aggrovigliato e luminoso. La visione che ho preferito è stata a 120x ( 1,6mm di PU), quando il globulare conserva ancora una'ottima brillantezza e stelle risolte a perdita d'occhio. Attorno al denso nucleo, c'è un groviglio di stelle, il quale è più denso a NE del nucleo, ma meno denso a SW. A 120x e 200x, concedendosi qualche secondo per far abituare l'occhio, guardando in distolta, mi è apparsa una vera e propria esplosione di stelle. MERAVIGLIA.

M6, Scorpius, OC, Mag +4,19

Poco più a NW di Lambda Scorpii e facilmente visibile al cercatore. Ammasso aperto molto ricco ed ampio, maggiormente apprezzabile a bassi ingrandimenti ( 48x e 66x). Si riconoscono delle sagome tondeggianti che mi hanno ricordato la forma di petali. Si nota una stellina di più spiccata luminosità e di colore arancione in direzione SW.

M7, Scorpius, OC, Mag +3,29

L'ammasso di Tolomeo si presenta evidentissimo al cercatore, con 20/30 stelle più luminose. Al centro le stelle sono quasi disposte come a formare una croce. Migliore visione a 48x.

M8, Sagittarius, BN, Mag +6

Nebulosa ad emissione molto estesa. La lagoon nebula è già ben visibile al cercatore come una "macchia" nebulosa estesa, ellissoidale e luminosa. A 66x si osserva bene l'ammasso Ngc 6530, detto ammasso della clessidra, che a me ricorda più che altro la sagoma di una casetta, ad Ovest della quale si presenta la zona nebulare di luminosità più intensa. Tra l'ammasso e la zona di maggiore luminosità di M8, si nota un arco più scuro. All'interno di M8 vi sono molte sfumature e chiaro scuri. La parte più periferica è meno luminosa e va a sfumarsi nel fondo cielo. Con filtro UHC, M8 diventa molto più marcata e l'arco scuro molto più evidente.
M4, Scorpius, GC, Mag +5,6
Puntando Alfa

M9, Ophiuchus, GC, Mag +7,71

Facile da individuare partendo da Eta Ophiuchi. Arrivati nel campo stellare, si trova sul lato di un triangolo equilatero di stelle ed è appena visibile al cercatore. A 66x appare piccolo e con solo poche stelle più periferiche risolte. A 120x la visione è più appagante, più stelle periferiche risolte e nucleo denso e luminosissimo. A 200x la visione perde un pò di luminosità per via della pupilla d'uscita, ma l'ammasso è maggiormente risolto ed esplosivo in distolta. Nella parte centrale di M9 si nota una "S" di stelle più luminose orientata N-S.

M10, Ophiuchus, GC, Mag +6,59

Breve star-hopping partendo da 30 Ophiuchi ( HR 6318 ), una stella abbastanza debole ed al limite di visibilità ad occhio nudo. M10 è visibile al cercatore. Abbastanza grande e luminoso ( dimensione stimata 17') con moltissime stelle risolte nell'alone a 66x. A 120x e 200x, senza pregiudicare troppo la luminosità, l'ammasso si arrichisce sempre più di stelle risolte soprattutto nell'alone ma anche nel nucleo. Ammasso davvero notevole e da rivedere assolutamente.

M11, Scutum, OC, Mag +5,8

Il Wild Duck Cluster. Partendo da Lambda Aquilae e facendo star-hopping lungo la " coda" dell'aquila, si arriva facilmente al campo stellare dove M11 si palesa in maniera inequivolcabile. Al cercatore ricorda un pò le classiche sembianze di un globulare, per via della alta densità di stelle raggruppate in una forma tondeggiante. A 66x la sua vera natura di ammasso aperto esce fuori, è composto da tante stelle luminose, difficile quantificarle. Al centro c'è una stella di color giallo-arancio che spicca per luminosità rispetto a tutte le altre. Nell'ammasso si notano varie zone più dense e zone meno dense.

M12, Ophiuchus, GC, Mag +6,69

Molto vicino a M10, infatti nel cercatore appaiono comodamente entrambi gli ammassi. Mi sembra di dimensioni più ridotte rispetto ad M10 ma comunque di luminosità paragonabile. A 66x si riescono già a risolvere abbastanza stelle periferiche. A 120x molte più stelle nell'alone vengono risolte oltre a qualche stellina nel nucleo. Migliore visione a 200x, dove le stelle risolte nel nucleo sono molte di più e come se sospese su un'area granulosa, dovuta alle stelle centrali non risolte.

M13, Hercules, GC, Mag +5,78

Il RE dei globulari. Situato su uno dei lati del trapezio di Ercole, precisamente ad 1/3 della distanza tra Eta e Zeta Herculis partendo da Eta. Tra i DSO, è sicuramente uno tra i più visibili nel campo di un cercatore 8x50. A 48x è luminosissimo con qualche stella risolta ai bordi. A 66x la visione non cambia molto se non per il fatto che le maggiori dimensioni angolari lo rendono più piacevole da osservare. A 120x e 200x si mostra in tutta la sua bellezza, si riescono a distinguere innumerevoli stelle risolte, in ogni sua parte. Mi ricorda un fuoco d'artificio che, espodendo, scaglia in cielo tante scie luminose e ricurve. In distolta esplode totalmente lasciando senza parole. Il re dei re dei globulari.

M14, Ophiuchus, GC, Mag +7,59

Star-hopping da Beta Ophiuchi ( Cebalrai ). Visibile al cercatore come una pallina luminosa facilmente identificabile. A 66x rimane non risolto, con nucleo molto luminoso ed un ampio alone. Sembra essere molto denso. A 200x perde troppa luminosità. A 120x è abbastanza luminoso ma rimane comunque non risolto. Non particolarmente dettagliato se non per il fatto che mi sembra molto concentrato.

M15, Pegasus, GC, Mag +6,19

Piccolo globulare facile da trovare. Star-hopping partendo da Enif (Epsilon Pegasi). Poco visibile al cercatore. A 66x appare comunque piccolo ma con qualche stella risolta nell'alone e nel nucleo. A 120x e 200x è ben risolto sia l'alone che il nucleo. Alone denso con una forma circolare ed uniforme. Nucleo un pò asimettrico, sembra elongato verso Est. C'è una stella luminosa a nord dell'ammasso.
M34.

M16, Serpens, BN, Mag +6,4

Ben visibile al cercatore. A 66x si nota l'ammasso aperto Ngc 6611, compreso nella nebulosa, il quale non è ricchissimo di stelle ed è abbastanza dispersivo. Tuttavia le stelle dell'ammasso sono luminose. A Nord della nebulosa, si nota una forma triangolare scura che penetra verso il centro dell'ammasso. Con UHC la nebulosa è molto più contratata e si riesce a distinguere meglio la sua forma, molti chiaro-scuri e sfumature saltano fuori che, in luce bianca, sono un deboli o per nulla visibili.

M17, Sagittarius, BN, Mag +6

Molto ben visibile al cercatore nello stesso campo di M16. A 66x è già molto bella e difinita, elongata e luminosa. Si notano alcuni noduli scuri sulla parte Nord della zona più luminosa. A 120x è ancora molto brillante, si riesce a notare meglio questa zona centrale di spiccata luminosità ed elongata in direzione E-W. Alla base di questa "ala", ci sono molte discontinuità ed un alternarsi di noduli scuri e noduli luminosi. Con UHC a 66x si nota anche una maggiore estensione dell'intero complesso nebulare che risultava non percepibile in luce bianca, in particolare si riesce ad osservare una parte nebulosa molto più debole verso est, a forma di arco con concavità rivolta verso l' ala. Con UHC e maggiori ingrandimenti si distinguiono meglio i noduli scuri addensati nella parte centrale della nebulosa, alla base dell'ala.

M18, Sagittarius, OC, Mag +6,9

Visibile nello stesso campo di M17, appena più a Sud della nebulosa. Ben visibile al cercatore come una piccola macchia granulosa. Una manciata di stelle luminose prevalentemente di colore bianco-azzurro e qualche stella giallastra. La sagoma dell'ammasso mi ha ricordato vagamente un foro di serratura orientato N-S, mentre altre stelle erano disposte come a formare una "S"...la pareidolia mi ha condotto ad immaginare un filo ad "S" che andava ad inserirsi in una serratura. La fantansia.....

M19, Ophiuchus, GC, Mag +6,76

Star-hopping da Theta Ophiuchi fino al corretto campo stellare nel cercatore, nel quale si riconosce subito l'ammasso, posto ad Est rispetto a 2 coppie di stelle, le quali formano due linee parallele tra loro. A 66x non è risolto, sembra molto concentrato e con nucleo luminoso. A 120x si risolvono solo poche stelle, tra cui una di più alta luminosità a Nord del nucleo. Alone luminoso e mediamente denso.

Questo è un elemento d'intestazione

Sono un blocco di testo. Fai clic sul pulsante modifica per cambiare questo testo. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Questo è un elemento d'intestazione

Sono un blocco di testo. Fai clic sul pulsante modifica per cambiare questo testo. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Questo è un elemento d'intestazione

Sono un blocco di testo. Fai clic sul pulsante modifica per cambiare questo testo. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.